Ulf Karlsson, ex ct atletica: "Ibra dopato ai tempi della Juventus"

Non sono giorni facili per il fuoriclasse del Paris Saint Germain, lo svedese Zlatan Ibrahimovic. Dopo l'andata dei quarti di Champions e il 2-2 casalingo contro il Manchester City, Ibra ha infatti ricevuto alcune critiche per aver sbagliato un gol facile oltre ad un rigore.

Nella giornata di giovedì 7 aprile invece un nuovo colpo alla serenità dello svedese è arrivato dalle dichiarazioni di Ulf Karlsson, ex ct di atletica del paese scandinavo. Secondo Karlsson, Ibrahimovic sarebbe stato dopato nel suo periodo alla Juventus (2004-2006). "Ha messo su 10 chili in 6 mesi, impossibile farlo in così poco tempo", le parole dell'uomo, che suonano come una pesante accusa al giocatore e alla stessa società.

Karlsson rincara la dose parlando anche di Albin Ekdal, anch'egli passato dalla Juve. "Ha preso 8 chili in sei mesi, sempre alla Juventus. Il fatto che in passato un loro medico sia stato sospeso per 22 mesi fa pensare che questo sia nella loro cultura".

L'uomo non è stato però in grado di motivare le sue accuse, specificando come negli sport di squadra gli atleti siano meno controllati. Dimentica però che Ibrahimovic è stato spesso sottoposto a controlli antidoping, risultando sempre pulito. Ed inoltre non è certo l'unico calciatore ad aver sviluppato una muscolatura importante.

Insomma, le parole di Karlsson sembrano prive di fondamento ed ingiuriose nei confronti dei giocatori citati e della Juventus. La società italiana ha deciso di non replicare all'ex ct svedese, ma Mino Raiola (agente di Ibrahimovic) sembra intenzionato a fare causa allo stesso Karlsson.

Autore vdc1985
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!