Tutti i goal di ROBERTO BAGGIO con la maglia della Fiorentina!

La maglia viola della Fiorentina è sempre stata la sua seconda pelle, già dal 5 Maggio del 1985 quando la sua giovane e promettente carriera sembrava destinata al più triste epilogo: un grave infortunio al ginocchio destro, in un match di Serie C tra il suo Lanerossi Vicenza e il Rimini annunciava il canto del cigno, un "De profundis" che, nei mesi della riabilitazione, mutarono la coscienza del Baggio calciatore e uomo.

Il Presidente della Fiorentina, Ranieri Pontello, lo prelevò dal Vicenza per una cifra intorno ai 3 miliardi di Lire. Firenze lo accolse, lo attese, lo fece crescere sotto ogni punto di vista. Gli affibbiò l'ingombrante etichetta di erede di Giancarlo Antognoni, Bandiera Viola per Eccellenza, e non rimase certamente delusa: "Il ragazzo che gioca guardando le stelle" - fu il soprannome che il giornalista siciliano Vladimiro Caminiti, diede al capitano viola, per la sua caratteristica di toccare il pallone sempre a testa alta - lascerà Firenze per cercare fortuna in Svizzera.

Il passaggio del testimone con Baggio, avvenne simbolicamente il 10 maggio 1987: la rete su calcio di punizione al San Paolo, contro il Napoli neocampione d'Italia, fu il biglietto da visita di Roberto alla Serie A. Seguiranno capolavori tecnici e balistici di valore assoluto (chiedere a Lazio e Ascoli per maggiori dettagli) e giocate d'alta scuola calcistica, che resteranno nella memoria e nella storia. 

Un assegno di 18 miliardi di Lire, strappato dall'Avvocato Agnelli, e la maglia numero 10 della Juventus furono però sufficienti a interrompere il legame tra Roberto e la Fiorentina. Le pennellate viola, disegnate nelle porte avversarie, non le potrà cancellare nessuno, e rimarrano per sempre nei cuori dei tifosi viola.

Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!