Quando un Raccattapalle negò un Goal a Savoldi

Da sempre ogni ragazzino che pratica lo sport del calcio desidera fare il Raccattapalle per la propria squadra del cuore. Tra le altre cose stiamo parlando di un mestiere non proprio facilissimo, poichè bisogna restare per 90 minuti attenti alle azioni di gioco per rifornire di palloni i giocatori. Spesso i raccattapalle, sono anche beccati ed insultati dai calciatori stessi, che hanno fretta nei minuti finali per velocizzare il gioco, questo però non toglie il fascino di assistere alle strabilianti magie dei campioni da così vicino.

Il 12 gennaio del 1975 si disputava la partita di campionato Ascoli Bologna, all'epoca la squadra bolognese era una delle candidate al titolo, in squadra infatti c'erano calciatori fortissimi come Giacomo Bulgarelli e Beppe Savoldi, l'Ascoli invece era una formazione che lottava per salvarsi e all'epoca era infondo alla classifica.

La partita fu dominata interamente dal Bologna che mise a segno tre goal Savoldi era in gran forma e la difesa ascolana poco poteva fare con un talento così grande, verso la fine della partita Giacomo Bulgarelli effettua un lancio per Savoldi che s'invola verso la porta avversaria sarebbe il goal del 4 a 1 ma in quel preciso istante succede l'incredibile un giovane raccattapalle chiamato Domenico Citeroni che era posizionato dietro la linea della porta calcia il pallone rispedendolo in campo annullando il goal.

Nessuno si accorse di quel gesto l'unico che era in una posizione ideale per vederlo era Bulgarelli che protestò invano visto che l'arbitro non aveva visto niente.

Autore pepp3nas
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Papirus. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!