Messi, le origini del mito. Ecco le sue prodezze da piccolo!

La maledizione della Coppa del mondo non oscura la stella di Lionel Andres Messi Cuccittini, per tutti Leo Messi, l'uomo che ormai da anni si contende, con Cristiano Ronaldo, la palma di calciatore più forte del mondo.

Con la maglia della nazionale argentina ha conquistato il mondiale under 20 ed i Giochi olimpici a Pechino, ma ha steccato nella finale mondiale del 2014 e nella Copa America del 200, 2015 e 2016. Non che il suo contributo non l'abbia dato, Messi, alla maglia dell'Argentina, con la quale ha realizzato 57 reti: mai nessuno ha saputo fare meglio, nemmeno Diego Armando Maradona. Ma la grande gioia, con la sua Nazionale, non è mai arrivata.

Le soddisfazioni, però, Messi se le è tolte (e tante) con il suo club, il Barcellona, con cui ha vinto 8 Campionati spagnoli, 4 Coppe di Spagna, 7 Supercoppe nazionali, 4 Champions League, 3 Supercoppe europee e 3 Mondiali per club. Il calciatore più vincente della storia del Barcellona.

Nel 2013 è stato inserito nella squadra più forte di tutti i tempi dalla rivista World Soccer.

Alcuni lo paragonano a Maradona: piccolo, veloce, baricentro basso, palla incollata al piede e tiro telecomandato, dribling ubriacanti. In realtà, il loro modo di giocare e di interpretare il calcio è molto diverso. Due campionissimi. Messi, probabilmente, lo è di più anche fuori dal campo. E per questo, sarà più longevo, calcisticamente, del suo predecessore con la maglia numero 10.

Autore maxsbard
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube FC Barcelona. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Watch
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!