Gaetano Scirea. L'uomo e il campione, un esempio per tutti

In questo video si parla di Gaetano Scirea, che è stato un grande difensore della Juventus e della nazionale italiana.

Gaetano Scirea di ruolo difensore e libero, nacque il 25 maggio 1953 a Cernusco di naviglio (MI), eleganza e correttezza erano le doti principali di questo libero eccellente anche in fase di impostazione, che ha segnato un epoca a cavallo degli anni ottanta.

Un pilastro della Juventus, con la quale in undici anni vinse 7 scudetti. Con la maglia della nazionale, si è laureato campione del mondo nel 1982. All'occorrenza sapeva anche trasformarsi in goleador: memorabile la sua rete alla Grecia nella gara vinta ad Atene il 6 dicembre 1980, che di fatto timbrò il passaporto per gli storici mondiali di Spagna 1982.

Gaetano scirea incominciò la carriera da giocatore nelle giovanili della serenissima, per poi passare all'Atalanta, dove rimase al 1974. Nel 1974 passo alla Juventus, dove rimase fino alla fine della carriera. Con la maglia della Juventus 377 presenze e 24 gol. Nel 1989 divenne allenatore in seconda della Juventus.

Fu incaricato di visionare una partita in Polonia, ma durante il viaggio di ritorno verso Varsavia, dove avrebbe dovuto prendere il volo in aereo, la vettura in qui era a bordo, ebbe un incidente, e prese fuoco a causa di quattro taniche di benzina che erano state stipate nel bagagliaio.

Scirea mori nell'incidente. L'incidente avvenne la domenica pomeriggio, e la notizia della morte fu comunicata in Italia la sera stessa da Sandro Ciotti alla Domenica Sportiva, suscitando lo sgomento degli ospiti in studio, tra cui vi era il suo ex compagno di squadra Marco Tardelli.

Autore pisacane
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Juventus. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!