Edin Dzeko, il bomber giallorosso

Alto 1 metro e 93 centimetri per 84 kg di peso. Difficile trovare un giocatore della sua stazza che si diostri anche abile nel palleggio e nel dribblare gli avversari.

Eppure, proprio l'eleganza di Edin Dzeko, palla tra i piedi, per molti analisti era il limite che non lo rendeva un bomber implacabile. Spinto a prendersi spesso la palla sulla trequarti, il gigante bosniaco, una volta sottoporta, ciccava clamorosamente anche facili occasioni. Così nella Roma nel suo primo anno, tanto da finire spesso in panchina.

E terminare con un magro bottino: solo 8 reti in 31 apparizioni con la maglia giallorossa. Poi, nel suo secondo anno nella Capitale, la stagione della consacrazione: 29 reti in 37 gare, come non aveva mai fatto nella sua carriera, neanche con le maglie del Manchester City in Inghilterra, del Wolfsburg in Germania, del Teplice e dell'Usti  in Repubblica Ceca, dello Zeljeznicar in Bosnia, le squadre di club in cui ha militato.

Una stagione, nell'ultima a Roma, culminata con il titolo di capocannoniere della serie A, nonostante i giallorossi siano arrivati ancora una volta dietro alla Juventus pluriscudettata.

Merito di Spalletti, che ha plasmato una squadra per lui, togliendolo anche dall'imbarazzo della staffetta con Totti, la Leggenda. E soprattutto, merito di incursori come Salah, Perotti, Nainggolan, che gli hanno fornito una marea di palloni al centro dell'area.

Autore maxsbard
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube SisujaFV. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!