Calciopoli: Danilo Nucini al processo Moggi - "Un giorno in pretura"

Quello che vi vogliamo raccontare oggi è la storia di Danilo Nucini, arbitro di serie "A" e "B" dal 1996 al 2005. La sua storia viene fuori poco prima che escano sui giornali e televisioni i "Fattacci" di Calciopoli che tutti noi conosciamo.

Nasce tutto il 14 gennaio 2001, Nucini ormai era il quinto anno che arbitrava tra serie "A" e la "B", all'83' di Juventus-Bologna, sul risultato di 1-0 per i bianconeri fischia un rigore solare a favore del Bologna (minuto 0.38 del video). Fino a qui nulla di strano direte voi, invece è proprio dopo questa partita che iniziò il suo declino come arbitro.

I giorni successivi alla partita venne invitato a chiedere scusa a Pairetto, Moggi e Bettega e dire che non era assolutamente calcio di rigore, altrimenti non avrebbe più potuto arbitrare. Nucini dopo la terza volta che gli venne chiesto, cedette e andò a chiedere scusa. Ovviamente il weekend dopo era già sui campi ad arbitrare.

L'episodio più eclatante però avviene in un juventus chievo, lui guardò la partita da casa, partita sul 2-2 venne assegnato un rigore inesistente a favore della Juventus per fallo di mano (minuto 3.45 del video). Qualche giorno dopo Nucini andò a Coverciano da Pairetto e gli chiese il perchè di questo rigore, Pairetto gli rispose così "Ha fatto bene". Da quel giorno Nucini decise di segnarsi tutti i favori che la Juve ricevette da lì a fine campionato, arrivò ad una conclusione: "Chi sbagliava a favore della Juventus arbitrava in serie A, chi sbagliava contro la Juventus arbitrava in serie B". (Nel video dal minuto 4 in poi ci sono questi favori ricevuti).

Questa è solo una delle tante testimonianze, è evidente come Moggi avesse creato un sistema intorno alla Juventus, nonostante qualsiasi tifoso juventino cerchi ancora di nasconderlo, davanti a queste testimonianze secondo me c'è solo da stare in silenzio.

Autore Bonny23
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!